DECANATO

 

DEL

 

LOMASO

 

 

 

BENVENUTI - Decanato del Lomaso - Arcidiocesi di Trento

 

 

RICORDO  DI  DON  NICOLINO  ZULIANI

 

 

Home
IL  DECANATO
PARROCCHIE
PRESBITERIO
LAICATO
ARCHIVIO  NOTIZIE
ORARI  SS. MESSE
VITA  CONSACRATA
ASSOCIAZIONI
RICORDI
STORIA  E  ARTE
BOLLETTINO
RICORRENZE
LINK

 

 

 

Ricordo di don Nicolino Zuliani

 

 

Chiesa - Don Nicolino Zuliani - -Don Nicola (Nicolino) Zuliani nasce a Cassacco (UD) il 24 febbraio 1945. Viene ordinato sacerdote a Roma il 22 giugno 1974 ed è incardinato nella medesima diocesi. Dal 1992 operò come collaboratore pastorale per Fiavè e dal 1997 anche assistente presso la casa di soggiorno per anziani di Santa Croce del Bleggio. Da anni operava nel decanato anche come responsabile della casa "Ave Maria" in loc. Burzo di Fiavè.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'Anima bella di don Nicolino

 

Se ne è andato in punta di piedi don Nicolino Zuliani, da un ventennio residente nella zona di Fiavé, scelta come “buen retiro” per motivi di salute. Un prete anomalo, perché molto autonomo ma rimasto nella memoria della gente che l'ha conosciuto come il prete degli ultimi. Nato nel 1945 in Alta Carnia, rimasto orfano all'età di 7 anni con la sorella Anna Maia, attualmente residente in Canada, Nicolino viene accolto nella sua infanzia al collegio dei Verbiti di Vicenza, novello “Marcellino pane e vino”, come veniva chiamato allora dai confratelli. A 11 anni entra nel seminario dei Verbiti, viene ordinato sacerdote nell'ordine secolare, frequentando gli ambienti ecclesiastici romani. Tanto che diventa amico del card. Ruini, cui intesta anche la sua casa acquistata a Fiavé venti anni fa. Localmente diviene anche padre spirituale dell'APSP di Santa Croce di Bleggio. Era musicista autodidatta: e come tale ha lasciato un bel gruzzolo di musiche sacre, dalla “Danza Macabra” agli spirituals, che ora fanno parte del suo lascito curato da p. Giancarlo Girardi dei Verbiti. Per l'ultimo saluto una comitiva di fedeli ha partecipato ai suoi funerali a Bassano del Grappa, città cui era molto legato per la sua infanzia e dove ha voluto essere sepolto. (Graziano Riccadonna)

 

 

Articolo tratto da "Vita Trentina" del 5 giugno 2014

 

       

 

 

 
Sito temporaneamente non ufficiale
Questo sito è online dal 1 agosto 2009
Aggiornato il: 17 agosto 2014

 Statistiche 

TUTTI I DIRITTI ARTISTICI RISERVATI 

VIETATA LA DUPLICAZIONE E LA DIFFUSIONE  DI TESTI E  IMMAGINI

  IN OGNI FORMA E MEZZO SENZA AUTORIZZAZIONE DELLA PROPRIETÀ